Ieri, 8 dicembre, hanno avuto luogo il super g femminile a St. Moriz, Svizzera, e lo slalom speciale maschile a Val d’Isère, Francia.

Image

Il super g è stato tracciato dall’allenatore di Tina Maze, che sfrutta bene la morfologia del terreno e disegna un super g molto tecnico, quasi un gigantone.

Image

Quando si pensava che Tina Maze avesse messo un’ipoteca imbattibile, scende con il 21 una Lindsey Vonn, che guadagna in partenza, mantiene il vantaggio, facendo lo stesso tempo della slovena nel tratto tecnico, per poi guadagnare un’altra manciata di decimi nel tratto finale.

Image

Seconda è appunto, per trentasette centesimi Tina Maze, che disputa un’ottima gara, perfetta in tutte le sezioni. L’unica imperfezione rilevabile è la velocità massima fatta rilevare, 97,9 km/h, mentre quella fatta rilevare dall’americana è stata di 106,7 km/h.

Image

Terza, con una splendida gara, è Julia Mancuso che sigla il miglio tempo nel tratto centrale, quello più tecnico.

Image

Fuori invece Lara Gut, che parte forse con troppa aggressività, per la volontà di replicare la bella prova di super g del giorno precedente. Poco dopo la partenza prede una piccola internata e due porte dopo scivola via senza possibilità di rientrare.

Fanno due ottime gare, anche per le caratteristiche deli tracciato, le due gigantiste Viktoria Rebensburg e Tessa Worley, rispettivamente sesta e settima

Image

Nona è invece Elena Curtoni, partita non benissimo, ma poi riesce a tirare ottime curve e a portar via molta velocità.

Ventiduesima si classifica invece Dada Merighetti, veloce in partenza, ma che perde molto poi nel tratto finale, mentre ventitreesima è Lisa Agerer, al contrario lenta nel tratto iniziale, ma poi in recupero nei tratti centrale e finale.

Image

Non vanno invece a punti Enrica Cipriani, trentaseiesima, Nadia Fanchini, che come dicevamo ieri, torna a confrontarsi con la velocità, proprio sulla pista dove nel 2010 si era infortunata, trentottesima, Venena Stuffer, quarantaduesima, Camilla Borsotti, quarantaquattresima e Francesca Marsaglia, quarantacinquesima. Esce invece, purtroppo, Elena Fanchini.

Image

La nevicata notturna in Val d’Isère ha obbligato a ritardare la gara di slalom, la cui prima manche si è svolta alle 14.00 e la seconda, sotto i riflettori alle 17.00.

Image

Vince la gara, davanti  al suo pubblico, uno strepitoso Pinturault, rapido e reattivo, dimostrando di avere ottime gare anche in slalom, dove già a Kranjska Gora aveva conquistato un terzo posto l’11 marzo 2012.

Image

Secondo il tedesco Felix Neureuther, che dopo un’ottima prima manche, fa una buonissima seconda manche, anche se, a mio parere, senza dare il cento per cento.

Image

Terzo è Marcel Hirscher, sempre sul podio, fin ora, nelle discipline tecniche, che dopo una bellissima prima manche, nella seconda fa un brutto errore che riesce a recuperare grazie alle sue doti feline.

Image

Dopo una brutta prima manche, non ai suoi livelli, riesce a classificarsi quarto, con una determinata seconda prova, il detentore della coppetta, Andre Myhrer.

Incredibile è stata invece la prima manche di Jens Byggmark, che perso il bastoncino alla partenza, continua a sciare alla grandissima e fa il tredicesimo tempo di manche, poi, con la seconda manche, recupera altre posizioni e riesce a classificarsi quinto.

Image

Non bene invece la squadra italiana. Stefano Gross, quarto al termine della prima prova, inforca alla seconda porta, Cristian Deville, in entrambe le manche, non commette grossi errori, ma mostra una sciata meno fluida del solito, quindi non riesce a portare a casa un risultato degno delle sue capacità ed arriva settimo. Manni Moelgg, dopo un prima manche un po’ stentata in cui appare molto stanco, si riscatta con una bellissima seconda, che gli permette di firmare l’undicesimo tempo. Ventesimo è invece Patrick Thaler, che dopo un buon inizio nella seconda prova, perde un po’ troppo, e ventunesimo Giuliano Razzoli, un po’ troppo alto di busto e poco reattivo. Buona è la prova di Roberto Nani, che ci mostra una bella sciata e che partito con il pettorale quarantuno, riesce a classificarsi ventiquattresimo e a fare punti di coppa, preziosi per migliorare l’ordine di partenza.

Image

Doveroso poi è ricordare che quarant’anni fa, l’8 dicembre 1972, vinceva la sua prima gara, all’esordio di Coppa del Mondo, scendendo con il pettorale numero quarantacinque, uno dei campioni che hanno fatto la storia dello sci, Pierino Gros, davanti al norvegese Erik Haker e all’italiano Helmuth Schmalzl. La settimana successiva, a Madonna di Campiglio, il 17 dicembre 1972, vinceva anche lo slalom speciale, partendo con il pettorale numero quarantadue. Vincendo quelle due gare, Piero Gros, diventava lo sciatore più giovane, in ambito maschile a vincere una gara di Coppa del Mondo, record ancora imbattuto.

Dopo quelle due vittorie, questo grande campione è salito altre dieci volte sul gradino più alto del podio di World Cup, altre sei in gigante e quattro in speciale. Oltre a queste vittorie, Gros è poi salito altre ventitré volte sul podio.

Ha vinto la Coppa del Mondo generale e quella di slalom nella stagione 1973-1974 e, nei Mondiali di St. Moritz del 1974 ha portato a casa il bronzo nello slalom gigante.

Ha conquistato l’oro olimpico in slalom speciale a Innsbruck, Austria, nel 1976 e nel 1978, ai Mondiali di Garmisch-Partenkirchen ha vinto la medaglia d’argento nella stessa specialità.

Si è ritirato dalle competizione nel 1982, a soli ventotto anni.

Dal 1985 al 1990 è stato sindaco del paese in cui, il 30 ottobre del 1954, è nato, Sauz d’Oulx, poi è stato coinvolto durante l’organizzazione dello Olimpiadi Invernali di Torino 2006 come responsabile dei volontari e ha partecipato alla staffetta della fiamma olimpica.

Image

Le emozioni nel Circo Bianco non mancano mai e proseguiranno con i commenti delle gare odierne, i due giganti di St. Moritz e di Val d’Isère.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...