Sabato 10 novembre, sulla pista Black di Levi si è svolto il prima slalom speciale femminile della stagione, seguito, il giorno seguente, da quello maschile.

Image

Le condizioni atmosferiche, ancora una volta, non sono state clementi, ma la visibilità è stata comunque migliore rispetto a Soelden.

La tracciatura della prima manche era molto regolare, con 68 pali, il numero massimo consentito dal regolamento FIS, mentre il tracciato della seconda era più filante.

Image

La vittoria va ad una splendida Maria Riesch, seconda dopo un’ottima prima manche, ma con un piccolo errore alla fine del ripido che le ha impedito di siglare il primo tempo, recupera con una meravigliosa seconda manche che le garantisce il primo posto.

Image

Davanti, dopo una prima manche aggressiva e pulita, era Tanja Poutiainen. Ancora una volta però non riesce a vincere davanti al pubblico di casa e si deve accontentare di un secondo posto dal sapore amaro.

Image

Terza l’americanina Mikaela Shiffrin, che si riconferma grande promessa dello sci a stelle e strisce dopo il podio ottenuto la scorsa stagione a Lienz. La diciassettenne ci regala due manche stupende, all’insegna della spericolatezza e dell’aggressività, in accordo con la sua fresca personalità e con la sua giovane età.

Image

Sigla il quarto tempo la slovena Tina Maze, vincitrice di Soelden, ribadendo così le sue mire alla coppa generale. Cauta nella prima manche in cui conclude settima, recupera tre posizioni con una buona seconda manche.

Image

Brutta giornata invece per il Wunderteam. Uscita dal cancelletto col pettorale 1, Marlies Schild è apparsa meno brillante del solito, senza la rapidità di cambio che la caratterizza. Poi alla fine del muro, un’inforcata la mette definitivamente KO.

Image

Stessa sorte tocca anche a Kathrin Zettel, che esce dopo che un palo va ad impattarle sulla maschera spostandola e impedendole di poter continuare a sciare in sicurezza.

Dopo una prima manche opaca e poco aggressiva, in cui finisce venticinquesima, Michaela Kirchgasser non riesce a portare a termine la seconda manche.

Image

Male anche le azzurre, delle quali la migliore è Chiara Costazza che segna il sedicesimo tempo, mentre Irene Curtoni finisce diciannovesima.

Grande assente è Lindsey Vonn, che preferisce allenarsi per le gare di Aspen, CO. Ora che l’americana è ricoverata in ospedale, perché pare che abbia febbre e forti dolori addominali, viene il sospetto che abbia saltato Levi perché già non si sentiva in forma nei giorni scorsi.

Image

Ottima la prestazione di Sarka Zahrobska che conclude sedicesima, lanciando un segnale positivo dopo l’operazione al cervello subita quest’estate per un tumore benigno.

Image

Va infine segnalata l’ottima gara della giovane elvetica Wendy Holdener, classe 1993, che conclude undicesima.

Image

I prossimi appuntamenti con le ragazze sono ad Aspen, CO il 24 e il 25 novembre per lo slalom e il gigante, gare che, sono sicura, ci regaleranno come sempre tantissime emozioni.

Annunci

»

  1. Paolo De Chiesa ha detto:

    ottimo, al solito pulito e puntuale, brava per quest’articolo che ci fa rivivere con entusiasmo la gara di Levi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...