Dopo aver realizzato tutti gli sogni che un atleta possa avere da quando è bambino e anche di più, la super star americana Lindsey Vonn è in cerca di nuove sfide. Ha infatti chiesto alla FIS di avere l’opportunità misurarsi in una gara di Coppa del Mondo con i ragazzi.

Image

La gara in cui questa sfida dovrebbe avvenire sarebbe la discesa libera di Lake Louise, dove la Vonn ha ottenuto, in ambito femminile, nove vittorie su dodici gare disputate.

La decisione ufficiale della FIS avverrà il 4 novembre, mentre la gara sarà disputata venti giorni dopo.

Certo, sarebbe una bella pubblicità per il Circo Bianco e sopratutto per quello Rosa, un abbattimento delle barriere di genere, anche se, in fondo, almeno nello sport, servono a tutelare le ragazze, o almeno la maggior parte di loro, da una lotta biologicamente impari.

Image

La questione presenta poi diversi problemi.

La gara maschile è una sola settimana prima di quella femminile e questo potrebbe rappresentare un vantaggio per quanto riguarda il feeling con la pista e l’allenamento su di essa. “Rappresenta un vantaggio di cui lei non ha di certo bisogno” dichiara la rivale e migliore amica della Vonn, Maria Hoefl-Riesch, riferendosi alla tripletta ottenuta lo scorso anno a Lake Louise dalla americana.

Ovviamente Lindsey non acquisirebbe nessun punto valido per la Coppa nella gara maschile e la Federazione potrebbe impedirle di correre le gare femminili canadesi. Infatti il regolamento impedisce di avere contatto con la pista nei giorni immediatamente precedenti alle proprie gare, per non avere degli iniqui vantaggi nei confronti degli altri atleti.

In tal caso sarebbe come impedirle di partecipare alle gare maschili, almeno a Lake Louise, anche se potrebbe lasciare aperto lo spiraglio per la sua partecipazione in qualche altra gara in luoghi in cui vengono disputate solo gare maschili.

Image

Le opinioni su questa richiesta dell’americana sono controverse e contrastanti.

C’è chi, come il compagno di squadra Steven Nyman, è entusiasta all’idea. E’ certamente infatti un’idea divertente e anticonvenzionale, che porterebbe brio al nostro amato sport, ma c’è chi sostiene che potrebbe essere un’iniziativa più adatta ad una manifestazione, piuttosto che ad una vera e propria gara di Coppa del Mondo.

E’ anche vero però che il livello agonistico di una manifestazione è sicuramente minore e i migliori non sempre decidono di partecipare, per cui il valore della sfida sarebbe minore, tanto più che solitamente queste manifestazioni hanno come disciplina il gigante, non la discesa libera.

Image

Se la FIS dovesse dare l’okay, questa sfida rappresenterebbe un precedente importante e qualunque atleta femmina avrebbe la possibilità di sfidare i colleghi maschi in qualunque disciplina.

Lindsey ha dichiarato che il suo obiettivo sarebbe riuscire ad entrare nella top 30, ma, chissà, forse spera in qualcosa di più.

Non a caso l’idea è nata nell’anno in cui, ai Giochi Olimpici estivi, la nuotatrice sedicenne cinese Ye Shiwen ha battuto in vasca gli iridati colleghi maschi.

Non ci resta quindi che aspettare trepidanti la sentenza della FIS in quella che può essere una decisione che rivoluzionerà per sempre il nostro sport.

Image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...