Mancando poco all’inizio dei Giochi Olimpici di Londra, ho pensato che potesse essere interessante un approfondimento su i primi Giochi Olimpici Invernali Giovanili tenutesi quest’anno tra il 13 e il 22 gennaio a Innsbruck.

Image

Durante la 119° sessione del Comitato Olimpico Internazionale a Guatemala City il 5 luglio 2007 è stato deciso di dare vita ad una versione dei Giochi Olimpici dedicata ai giovani. Nel 2010 a Singapore si è tenuta la versione estiva dei giochi, mentre quest’anno a Innsbruck quella invernale.

Image

All’evento hanno partecipato 1059 ragazzi tra i 14 e i 18 anni di oltre 60 nazioni, gareggiando nelle sette discipline che saranno protagoniste anche dei Giochi Olimpici di Sochi nel 2014.

I ragazzi hanno anche partecipato ad un programma volto a sensibilizzarli all’importanza dei valori olimpici quali l’eccellenza, il rispetto per se stessi e gli altri, la pace e l’amicizia.

Portatrice di questi valori è stata la mascotte, disegnata dagli argentini Florencia Demarìa e Luis Andrés Abbiati: un simpatico camoscio, Yoggl, il cui nome è stato ottenuto mischiando il tipico soprannome tirolese per Jakob, Joggl, e l’acronimo degli Youth Olympic Games, YOG.

Image

Yoggl ha anche preso parte a degli sketch in cui si confrontava con alcuni dei più grandi atleti degli sport invernali che si sono offerti di fare da testimonial per questa manifestazione in sport diversi da quelli da loro praticati.

Per quanto riguarda gli atleti dello sci alpino, Yoggl è stato battuto da Benni Raich nel football-slalom e da Lindsey Vonn a tennis.

Le prime gare di sci alpino svoltesi sono stati i Super G maschile e femminile, il 14/01/2012. Quello maschile è stato vinto dal marocchino Adam Lamhamedi, classe 1995, con 12 centesimi sullo svedese Fredrik Bauer e 20 centesimi su Joan Verdu Sanchez, di Andorra, entrambi classe 1995.

Adam non ha mai gareggiato ancora in Coppa Europa, ma ha debuttato il 24 marzo 2012 nella North American Cup arrivando quarantaseiesimo.

Il titolo femminile se lo è invece aggiudicato, con un solo centesimo di distacco, la francese Estelle Alphand. Seconda è arrivata invece la norvegese Nora Grieg Christiansen, mentre terza l’austriaca Cristina Ager, tutte e due, come la vincitrice, del 1995.

Estelle Alphand ha debuttato in Coppa Europa con il Super G di Pila il 24 gennaio 2011, piazzandosi diciottesima; fino ad ora i suoi migliori risultati sono due ottavi posti in Super Combinata, uno a Jasna l’8 febbraio 2012 e l’altro a Sella Nevea il 14 febbraio 2012.

Il giorno seguente si sono tenute le due Super Combinate.

La gara femminile è stata vinta dalla svedese Magdalena Fjaellstroem con 59 centesimi sulla vincitrice del Super G, la francese Estelle Alphand e con un secondo e 39 centesimi su Adriana Jelinkova, tutte classe 1995.

La Fjaellstroem ha debuttato in Coppa Europa il 6 dicembre 2011 a Zinal in Slalom con un ventitreesimo posto, mentre il suo miglior piazzamento è un settimo tempo in Super Combinata a Sella Nevea il 14 febbraio 2012.

Il vincitore della gara maschile è invece Marco Schwarz, austriaco, seguito dallo sloveno Miha Horbat a 67 centesimi e dallo svizzero Sandro Simonet a un secondo, anche questa volta tutti classe 1995.

Nessuno dei tre ha ancora debuttato in Coppa Europa.

Il 18 gennaio si è tenuto il Gigante femminile, vinto dalla francese Clara Direz con 21 centesimi sulla già medagliata connazionale Estelle Alphand e con 32 centesimi sulla svizzera Jasmina Suter.

Clara Direz, classe 1995, come le altre due, ha debuttato in Coppa Europa il 19 dicembre 2010 nel Gigante di Limone Piemonte siglando il cinquantunesimo tempo. Il suo miglior piazzamento è un ottimo quarto posto nel Super G di Sella Nevea il 14 febbraio 2012.

Il giorno seguente c’è stato il Gigante maschile, vinto dall’austriaco Marco Schwarz, già vincitore della Super Combinata. Secondo a 40 centesimi l’italiano Hannes Zingerl, mentre terzo a 63 centesimi è arrivato lo svizzero Sandro Simonet, bronzo in Super Combinata.

Lo Speciale femminile, svolto il 20 gennaio, è stato dominato dalla slovacca Petra Vhlova che ha vinto con un secondo e 49 centesimi sulla canadese Roni Remme, classe 1996, e con un secondo e 86 centesimi sulla russa Ekaterina Tkachenko.

Petra Vhlova ha conquistato il bronzo nello Slalom dei Campionati Mondiali Juniores di Roccaraso il 1 marzo 2012. Ha debuttato in Coppa Europa il 2 marzo 2011 in Slalom a Jasna concludendo ventitreesima, mentre il suo miglior risultato è un quarto tempo a Bad Wiessee l’11 febbraio 2012.

L’ultima gara è stata lo Slalom Speciale maschile, il 21 gennaio. Il titolo è stato assegnato con largo margine al già plurimedagliato svizzero Sandro Simonet. Secondo a un secondo e 90 centesimi è il belga Dries Van Der Broeke, mentre terzo a un secondo e 99 centesimi è arrivato l’austriaco, classe 1996, Mathias Elmar Graf.

Il 17 gennaio ha invece avuto luogo il Team Event vinto dalla nazionale austriaca, seguita da quella norvegese e da quella francese.

L’iniziativa ha avuto molto successo, infatti verrà ripetuta da ora in poi ogni quattro anni: a Najing nel 2014 si terrà la II edizione dei Giochi Olimpici Giovanili Estivi, mentre a Lillehamer nel 2016 la II edizione dei Giochi Olimpici Giovanili Invernali.

E’ doveroso anche sottolineare l’importanza di questa manifestazione. Gli Youth Olympic Games permettono ai giovanissimi atleti di confrontarsi con se stessi e con giovani atleti provenienti da altre nazioni sul campo di gara, ma sopratutto permettono loro di confrontarsi con culture diverse fuori dalle competizioni, aiutandoli così a conoscere e comprendere al meglio usi e modi di pensare diversi da quelli a cui sono abituati.

Annunci

»

  1. RINA ha detto:

    Non finisci di stupire per la tua costante e perfetta capacità di ricerca e conscenza del mondo dello sci.

  2. Bruno ha detto:

    Ciao Elena,

    E grazie per questo tuo nuovo articolo : come al solito, proprio “al top” e interessantissimo. Questi Giocho Olimpici dei Giovani, i media ne hanno parlato pochissimo anche se la maggior parte dei campioni di oggì saranno sui podii di domani.
    Ciò che loro hanno dimenticato, oggì lo ricordi tù !
    Se posso esprimere il mio parere, mi sembra che due atleti sono da tenire in mente, forse più degli altri.
    Dal lato maschile, l’austriaco, Marco SCHWARZ, e dal lato femminile, Estelle ALPHAND, francese e figlia di Luc ( e non lo dico per sciovinismo ). Da notare, anche, due altri “piccoli campioni” : lo svizzero, Sandro SIMONET, ma anche il giovane della Ladinia, Hannes ZINGERLE.
    Speriamo che tutti questi nuovi talenti cresceranno bene !!

    Grazie ancora, Elena ! Articoli da giornalista professionale ! Brava, Elena !

    Ciao.

    Bruno

    • wunderdrels ha detto:

      Scusa Bruno se ti rispondo solo ora, ma non mi è mai arrivata la notifica del tuo commento, così non me ne ero accorta!
      E’ interessantissimo andare a sbirciare dalla finestra del domani e provare a indovinare quali campioni ci riserverà il futuro.
      Hai proprio ragione l’Alphand promette bene, anche per il suo pedigree di sangue blu, così come Schwarz. Secondo me anche la Vhlova ha un futuro radioso davanti a lei.
      Grazie per il tuo commento come sempre molto interessante e scusami ancora per il ritardo della mia risposta.
      Elena

      • Bruno ha detto:

        Ciao Elena,

        Hai un modo per farti perdonare : scrivici presto un nuovo articolo !
        Scherzo, dai ! Ma è vero che tutti gli amanti dello sci, come faccio io, lo aspettano

        Bruno

      • wunderdrels ha detto:

        Da domani comincerò a scrivere di più, perché purtroppo finiranno anche le vacanze, ma il lato positivo è che Sölden si sta avvicinando!
        A molto presto,
        Elena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...